Elle
Apro e chiudo il menu off canvas

N°21

Read this in english

Contatti

N°21 è un brand italiano d'abbigliamento pret-à-porter per uomo e per donna, fondato nel 2010 dal designer Alessandro Dell'Acqua.
Lo stilista napoletano si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli e all’età di 23 anni viene nominato Direttore Creativo di Genny. 

Alcuni anni dopo è alla Direzione Creativa del brand Pietro Pianforini, realtà che lo aiuta ad approfondire la sua conoscenza nel mondo della maglieria. Nel Marzo del 1996, Alessandro dell’Acqua debutta con la sua prima collezione eponima durante la settimana della Moda di Milano, incontrando subito il giudizio favorevole ed entusiasta di stampa e buyer.

La collezione trova immediatamente un suo mondo di riferimento e si distingue per i tagli sensuali e femminili che si combinano all’utilizzo di tessuti prestigiosi.

Nel Gennaio del 1998 nasce la prima collezione Alessandro dell’Acqua Uomo presentata in occasione della cinquantatreesima edizione di Pitti Immagine Uomo.

Il marchio Alessandro dell’Acqua cresce e si  sviluppa velocemente ampliando l’offerta nel 2000 con la collezione di calzature donna e nel 2003 con la collezione di Eyewear , in licenza ad Allison. 

Nel 2001 nasce la prima fragranza donna in licenza con EuroItalia e nel giugno del 2002, Alessandro dell’Acqua viene premiato a Taormina con il prestigioso “Oscar della Moda” come “ Miglior Designer Moda Donna”.

Negli anni a venire ricopre il ruolo di Direttore Creativo per prestigiose maison di moda come La Perla, Malo e Brioni. Tante le collaborazioni con il mondo dell’arte e personalità di spicco come l’artista Vanessa Beecroft, i fotografi Hurgen Teller ed Helmut Newton, le top model Eva Herzigova e l’italiana Maria Carla Boscono.

Il 2010 segna l’anno dei grandi cambiamenti. Dopo aver lasciato la guida creativa della linea eponima Alessandro dell’Acqua, dedica tutta la sua esperienza acquisita negli anni al debutto del nuovo progetto N°21 di cui è fondatore e mente creativa.

N°21 raccoglie un successo di stampa e buyer immediato, proponendo un guardaroba moderno, inconfondibile con un occhio sempre attento ai trend del momento.

Nell’Ottobre del 2013 Alessandro dell’Acqua è chiamato alla direzione creativa dalla Maison francese Rochas. Sull’onda dell’insistente richiesta da parte di buyers e di addetti ai lavori, nel Gennaio del 2014, viene presentata durante l’ottantacinquesima edizione di Pitti Immagine Uomo la prima collezione Uomo N°21. 

Lo stile del brand combina tagli puliti e netti, a forme semplici ma sensuali. Così i tessuti, talvolta fasciano la silhouette senza mai strizzarla, talvolta la accarezzano.
Dal cotone alla seta per l'estate, dalla lana al lurex fino ad arrivare alla pelliccia per l'inverno, nell'approccio realistico di Alessandro Dell'Acqua si mescolano una grande conoscenza della maglieria ad una moderna proposta di moda portabile.  
 
La palette di colori è varia: si va da colori forti, come il rosso e il giallo, fino ad arrivare a nuance più tenui, come il beige e il rosa cipria, senza dimenticare il bianco e il nero. 
 
Per quanto riguarda gli accessori, dalle scarpe alle borse, sono caratterizzati da linee pulite, dall'utilizzo di materiali e applicazioni particolari e di colori accessi, sia negli interi accessori che nei dettagli.

L'uomo N°21 si sviluppa attorno a ventuno look, dove il gusto eclettico incontra l’equilibrio borghese. Il classico quello lo sportivo. Il guardaroba maschile e quello femminile e, i dettagli sono del tutto inaspettati. 

Cappotti doppiopetto, parka, montgomery, giubbotti da aviatore. Pantaloni affusolati ad astuccio, felpe e maglie jaspé con insoliti filati.

Tessuti stampati presi dalle arti decorative e dai classici tessuti dell’arredamento:

faille stampato con scene di caccia, popeline di cotone toile de jouy, immagini pop art su tshirt, felpe e camicie, ma anche flanelle check e a quadri.

Colori classici e rassicuranti che spaziano dal cammello al verde cadetto. E ancora blu navy, azzurro, grigio melange e nero, illuminati da un tocco di rosso caccia.

Spirito equestre per stampe e ricami in micro-paillettes e filo su bomber e felpe, dove fanno capolino anche calzini da montagna iper ricamati.

La donna di Alessandro dell'Acqua, invece, gioca con i contrasti e sovverte il guardaroba maschile e femminile, mischiando le caratteristiche tipiche dei due stili.

Il risultato è un collage di capi intercambiabili. Il tema è sempre quello tomboy che però viene alleggerito da accorgimenti romantici super femminili, come il cappotto  severo ricamato con paillettes, o la pelliccia oversize, il maglione a costa inglese è abbinato alla gonna trasparente in chiffon, la polo minimal diventa abito e sceglie fantasie iridescenti e infine il Beatle boots si fa prezioso grazie ai maxi jais total black.

Torna su