Elle
Apro e chiudo il menu off canvas

Paolo Errico

Read this in english

Contatti

Paolo Errico è un marchio italiano d’abbigliamento femminile nato dalla creatività dell’omonima designer genovese, che dopo aver collaborato con prestigiosi brand internazionali, tra cui Calvin Klein, Versace, Gruppo Ermenegildo Zegna e Roberto Cavalli, nel 2003, si laurea in Fashion Design presso l’Università di Urbino e, successivamente, debutta a Milano con la prima collezione che porta il suo nome. 


Architettura e design ricoprono un ruolo primario nella vita di Paolo, sono fonti costanti d’ispirazione, mentre, forme geometriche primordiali combinate al corpo umano, sono la base delle ricerche per le sue collezioni.

Considerato un eccentrico designer, Paolo, nel 2009, crea una capsule collection denominata “Les Equipements Sanitaires” una serie di presidi medico-sanitari, tra cui collare per la cervicale, pancera elastica, bustino ortopedico, che senza perdere la loro funzione medicale, sono stati trasformati in eccentrici accessori glamour.

A prescindere da questa ironica collezione, i capi firmati da Paolo Errico sono caratterizzati da linee pulite e sofisticate, progettate seguendo un intenso studio della forme geometriche primarie, ma anche alla ricerca dei materiali e dei colori.

Il risultato è un approccio concettuale e teoretico, ispirato a figure geometriche e a modulazioni di volumi, forme classiche come quadrato, cerchio e trapezio.

Una scelta armonica di look “maschili”, con rimandi alla maglieria tipica degli anni Settanta e all’astrattismo moderno di Fernand Léger, permette agli abiti di essere completamente unisex, adatti a una donna libera da regole e preconcetti, una pensatrice che indossa senza schemi predefiniti un mix concettuale tra maschile e femminile.

Forme primordiali del cerchio, del rettangolo, del trapezio e del quadrato si accostano alle classiche e tradizionali tagli, così da creare delle collezioni flessibili e modulabili.

Le fonti d’ispirazione di Paolo vanno dall’architettura, alla fotografia, dall’arte, al design, girando attorno anche alle culture esotiche, all’ambiente urbano e al mondo che ci circonda.

Non a caso lo stilista crede fermamente nel rinnovamento generale del sistema, dando però grande importanza al valore intramontabile del made in Italy.

Avanguardistico, audace, urban e raffinato, Paolo Errico guarda alle donne in modo intelligente e creativo, con uno stile del tutto personale e indipendente.

Le sue creazioni, infatti, sono eccletiche, minimali, camaleontiche e determinate sia nell’innovazione, che nella ricerca di nuove tecnologie e materiali, affinché lo sviluppo di suoi prodotti possa guardare al futuro.

La moda per lui è considerata come una forma d’arte, una sintesi e sintassi dell’avanguardia sociale, mixata poi al lavoro artigianale, alla fantasia e alla ribellione.

Espressione di un piacere funzionale, i suoi capi sono considerati “oggetti con anima e vita propria”, essenziali e polifunzionali: gonne, pantaloni e capi spalla che cromaticamente prediligono giallo fluo, rosso, nero e grigio scuro, mantengono un rapporto stretto con maglie-uncinetto, veri e propri capi trasformisti, avvolgenti cardigan in lana e cachemire, che permettono di interagire con chi li indossa.

Inoltre, le sovrapposizioni di colori, tessuti e forme donano alle collezioni un carattere di multidimensionalità, senza togliere ai capi un’estrema e moderna eleganza.

Torna su